logoQualita1
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 

facebook
twitter
linkedin
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
12/10/2017, 12:08

Global trigger tool



formazione-team-di-verifica-global-trigger-tool


 



CATANIA - Si è svolta l’11 ottobre aCatania nell’auditorium "A. Mazzeo" dell’AziendaOspedaliera Policlinico - Vittorio Emanuele una giornata informativa e diconfronto tra operatori sanitari per analizzare i risultati del programma regionaleGTT (Global Trigger Tool). Il GTT è una metodologia sviluppatadall’Institute for HealthcareImprovement, Cambridge, Massachussetts, USA  con la finalità di individuare errori o ad eventi avversi che accadonoin ospedale e verificare il miglioramento conseguente alle azioni correttiveintrodotte.  L’incontro, ha visto la
 partecipazione di numerose figure appartenenti al settore medico, infermieristicoe operatori del settore sanitario. Un’iniziativa di prestigio estesa allatotalità delle aziende sanitarie
 ed ospedaliere della Sicilia, esperienzaunica, per estensione e complessità, nel territorio nazionale che punta amigliorare e a garantire la sicurezza del paziente in ospedale.Tra i presenti all’appuntamento: ilDirettore Generale dell’Azienda Ospedaliera PO Vittorio Emanuele - Salvatore Paolo Cantaro; il DirettoreGenerale dell’Asp di Catania - GiuseppeGiammanco; il respon sabile del servizio qualità e sicurezza dei pazientidella regione Sicilia Giuseppe Murolo;i responsabili rischio clinico dell’Arnas Catania; ASP Caltanissetta e ASP Ragusa- Anna Colombo, Antonietta Campo, GiovanniRuta. Quest’ultimi hanno relazionato e moderatol’incontro diviso in due sessioni; nella prima il Dott. Parrinello ha riportatoi dati dell’ultimo biennio (giugno 2015-17) e la nuova classificazione deitrigger; nella seconda parte,  invece, hanno presentato la loro esperienza sulcampo i docenti universitari dell’ateneo catanese Maurizio Di Mauro, PasqualeMario Fatuzzo, Giovanni Pennisied il dr. Carmelo Calvagna.Il dr. Cantaro ha affermato: "Grazie all’iniziativa dell’Unità OperativaQualità e Rischio clinico della nostra azienda si stanno  facendo dei passi in avanti importanti versola costruzione di un sistema di governo clinico" .Subito dopo è intervenuto il dr. Muroloche ha dichiarato:  "La giornata è molto importante per la nostra regione e ciò che è statofatto in questa azienda è molto rilevante per proseguire ancheper i prossimianni le azioni di  miglioramentodella  sicurezza delle cure". Ospite d’eccezione è stata Maria Bernadette Di Sciascio, responsabile Qualità,accreditamento, risk management e governo clinico dell’Azienda Sanitaria LocaleLanciano Vasto Chieti, venuta a Catania per apprendere le metodologie di lavoro ed estendere  programma GTT nellapropria realtà sanitaria, infatti  hadichiarato "ho intenzione di implementarequesta metodologia nella mia Unità Operativa di Chieti, mi sono resa conto chela Sicilia, è un riferimento  nellarealtà nazionale  ed in particolare ilgruppo dell’U.O. Qualità dell’AOU di Catania" Lagiornata di studio di ieri si replicherà a Palermo il 7 prossimo novembre; ulterioremomento di incontro per favorire una maggiore conoscenza dei GTT.


1
Create a website